Tecarterapia

L’azione terapeutica svolta dalla tecarterapia, grazie al suo principio di funzionamento, richiamando energia dall’interno delle strutture corporee, presenta il vantaggio di attivare una microiperemia ed una ipertermia endogene di carattere omogeneo sia in superficie che in profondità.
Per la prima volta in una’’apparecchiatura è stato applicato al campo biologico il principio fisico del condensatore, ottenendo una tecnologia che permette di sollecitare i tessuti agendo dall’interno, senza inutili dissipazioni i energia.
Tre sono le caratteristiche innovative principali:

1  la cessione di energia biocompatibile, attiva sulle soglie energetiche del metabolismo cellulare e subcellulare;

2  la specificità d’azione in base alla tipologia del tessuto (muscolare e/o fibroconnettivale) connessa alla duplice modalità tecnologica capacitiva e resistiva;

3  l’efficacia terapeutica anche sui tessuti poco reattivi per la loro natura fibrotica e resistente ai trattamenti.

Grazie alla modalità tecnica con cui viene trasferita l’energia, la tecarterapia è caratterizzata da una curva di degrado dell’energia che depone per un’efficacia terapeutica in grado di raggiungere anche i tessuti profondi.

Effetti terapeutici
• Combatte il dolore
• Agisce sull’infiammazione
• Riduce i tempi di recupero

Effetti termici
• Calore profondo
• Aumenta l’afflusso di sangue
• Aumenta il metabolismo
• Aumenta le proprietà elastiche dei tessuti
• Miorilassante
• Scambio di reazioni enzimatiche
• Riduce il dolore

Effetti atermici
• Riduce l’edema
• Riduce l’edema linfatico
• Ripristina i tessuti superficiali
• Trattamento benefico delle stasi ulcerose

RESISTIVA
• Muscoli medio-grandi
• Tessuto cartilaggineo
• Articolazioni
• Tendini
• Tessuti fibrotici
• Ossa

CAPACITIVA
• Cute
• Tessuto connettivo
• muscoli piccoli

INDICAZIONI TERAPEUTICHE PRINCIPALI
• Patologie muscolari
• Patologie della spalla
• Epicondilite ed epitrocleite
• Patologie dolorose e miotensive del rachide
• Patologie dell’anca
• Patologie del ginocchio
• Patologie del piede
• Cheloidi ed ulcere


TECARTERAPIA EVOLUTA: OLTRE OGNI VOSTRA MIGLIORE ASPETTATIVA, PERCHÉ I LIMITI CHE CONOSCI SONO LA NOSTRA BASE DI PARTENZA.

La Terapia Resistiva e Capacitiva è una modalità terapeutica che consente il trasferimento di energia elettromagnetica a diversi strati cellulari, dal superficiale al profondo. Tale trasferimento energetico ha la proprietà di trasformarsi all’interno dei tessuti del corpo in calore, da moderato ad intenso.
L’innalzamento della temperatura ed il conseguente aumento del flusso ematico stimola i processi di riparazione tissutale, favorendo l’apporto di substrati organici e l’eliminazione di cataboliti dall’area di lesione.
TRC viene utilizzata per stimolare i processi di guarigione e, per il suo effetto antalgico, nel trattamento di forme patologiche acute e croniche dell’apparato locomotore.